Star Wars: si scende, ultima fermata del “Millennium Falcon” targato George Lucas.

15/05/2013 di Jacopo Mercuro

Era il lontano 1977 quando la Lucasfilm, capitanata da George Lucas, diede vita ad una delle saghe più incredibili della storia del cinema. A distanza di ben 36 anni sono rimaste indelebili, nella mente e ancor più nel cuore degli appassionati, le vicende che si sono successe nei sei episodi di Star Wars. Nessuno si immaginava che sedendosi nelle comode poltrone del cinema sarebbe stato improvvisamente rapito da quei titoli di apertura, accompagnati da un jingle divenuto epico, che scorrevano sullo schermo recitando:
“Tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana…È un periodo di guerra civile. Navi spaziali ribelli, colpendo da una base segreta, hanno ottenuto la loro prima vittoria contro il malvagio impero galattico. Durante la battaglia, spie ribelli sono riuscite a rubare i piani segreti dell’arma decisiva dell’Impero, la MORTE NERA, una stazione spaziale corazzata di tale potenza da poter distruggere un intero pianeta. Inseguita dai biechi agenti dell’Impero La principessa Leila sfreccia verso casa a bordo della sua aeronave stellare, custode dei piani rubati che possono salvare il suo popolo e ridare la libertà alla galassia…”.

Lo Star Wars della Disney rimarrà nel cuore degli appassionati?
Lo Star Wars della Disney rimarrà nel cuore degli appassionati?

Da quel momento in poi quella di Star Wars è divenuta una vera e propria galassia parallela nella quale i fan cercano riparo di tanto in tanto; la sua visione ha la grande capacità di rilassare e stimolare la fantasia, un sogno ad occhi aperti tra pianeti e abissi cosmici, il tutto contornato dall’eterna lotta tra bene e male. Nemmeno lo stesso George Lucas credeva che questo viaggio iniziato sul pianeta “Tatooine” potesse essere così lungo e allo stesso tempo carico di emozioni. Non manca davvero nulla, storie di padri e figli, di amici e mentori, di sogni e tentazioni, di guerra e pace, ma soprattutto di sentieri da seguire.

Alla veneranda età di 69 anni però George Lucas ha deciso di lasciare il timone della nave, probabilmente provato dall’età e, sazio dei tanto successi, ha venduto la Lucasfilm al colosso Disney per una cifra che si aggira intorno ai 4 miliardi di dollari: è il caso di dire che l’impero ha colpito ancora. La vicenda non è stata solo una mera questione economica, Lucas nell’arco di 30 anni ha avuto modo di mettere via un bel gruzzolo (se un patrimonio del genere può essere chiamato così). Per questo motivo gran parte dei fan ha giustificato la scelta definendola una questione di cuore, vedendo la sua uscita di scena come un passaggio di consegne in mani sicure: “Nel corso degli ultimi 35 anni, uno dei miei più grandi piaceri è stato veder passare Star Wars da una generazione a quella successiva. Ora è giunto il momento per me di passare Star Wars a una nuova generazione di registi. Ho sempre pensato che Star Wars potesse vivere a prescindere da me, e ho sempre pensato che fosse importante impostare questa transizione nel corso della mia vita. Sono sicuro che con la Lucasfilm sotto la guida di Kathleen Kennedy, e nella sua nuova casa nell’organizzazione Disney, Star Wars vivrà a lungo e in prosperità per molte generazioni a venire. L’esperienza Disney permetterà alla Disney stessa di sviluppare nuove opportunità nel settore del cinema, della televisione, dell’interactive media, dei parchi a tema, dell’intrattenimento dal vivo e nei prodotti di consumo”.

Kathleen Kennedy, nota produttrice statunitense, è divenuta così la nuova direttrice della Lucasfilm. Da qui in poi dovrà far fronte a grandi responsabilità e pressioni, tenendo presente che sarà allo stesso tempo la produttrice esecutiva dei prossimi episodi di Star Wars. Per quanto riguarda il futuro di George Lucas, diciamo che il primo amore non si scorda mai, non rimarrà seduto in poltrona ammirando passivamente i nuovi sviluppi dei film: nel contratto firmato con la Disney ha voluto far inserire una clausola che gli permetterà di continuare ad essere il consulente creativo, così che la sua creatura non venga snaturata troppo.
Sono tanti i maniaci di Star Wars terrorizzati da questo cambiamento epocale. Per il 2015 è in programma l’uscita dell’episodio 7 firmato Disney, e già si trema ora che Topolino & co. hanno impugnato le spade laser. Riusciranno ad essere all’altezza delle aspettative? Sarà davvero dura confrontarsi un successo che ha fatto la storia del cinema e che ancora oggi riscuote enormi consensi. Sperando possa farvi dormire sogni tranquilli, vi ricordo che il buon vecchio Lucas, anche se con un ruolo marginale, cercherà di garantire un’ultima trilogia a dir poco stellare consigliando al meglio il nuovo team Disney. Dopo questo storico passaggio di consegne non possiamo far altro che aspettare augurandovi: CHE LA FORZA SIA CON VOI!

The following two tabs change content below.

Jacopo Mercuro

Nasce a Roma il 30/03/1988. Si diploma al liceo classico per poi intraprendere gli studi di giurisprudenza. Fin da bambino ha una vera e propria passione per il grande schermo. Cresce nutrendosi di pane, film e musica rock. Predilige le pellicole d’oltreoceano tanto che sulla sua scrivania non manca mai una foto del monte Hollywood.
blog comments powered by Disqus