Sondaggi politici elettorali, aprile 2015: giù il PD, exploit M5S

23/04/2015 di Andrea Viscardi

Sondaggi politici di aprile: il PD di Renzi, nell'ultimo mese, perde terreno nei confronti delle opposizioni. Cresce il centrodestra con la Lega e Fratelli d'Italia, mentre FI continua la sua discesa. Exploit a 5 stelle.

Sondaggi elettorali aprile 2015

Arriviamo all’appuntamento mensile con l’analisi dei sondaggi politici elettorali di aprile 2015. Negli ultimi 30 giorni, si è assistito a diverse situazioni di crisi per il Governo: dalla nuova ondata di profughi alla rinnovata carica della minoranza del Partito Democratico contro l’Italicum. Tutte situazioni, in qualche modo, capaci di influenzare il consenso a favore delle opposizioni. È questo infatti il dato che ci raccontano i sondaggi presi in considerazione, cioè quelli di EMG, Euromedia e dell’Istituto Piepoli. Un dato preoccupante, perché sancisce in un certo senso un aumento della sfiducia dei cittadini verso gli annunci di Matteo Renzi, che probabilmente si aspettava dal famoso tesoretto individuato con il DEF un ritorno migliore.

La realtà però ci racconta il contrario. Infatti, il Partito Democratico perde quasi due punti per EMG, sebbene per l’Istituto Piepoli il consenso sia invariato. Come accennato, tale fuga di consensi non è stata assorbita in alcun modo – come invece successo in passato – dal partito più a sinistra, SEL, ma è andata tutta a vantaggio del centrodestra.

Sondaggi politici elettorali, aprile 2015

 

Sondaggi elettorali, aprle 2015Dato come assodato, oramai, il trend discendente forzista, dopo una brusca frenata nelle scorse settimane la Lega ritorna invece a crescere, e anche in modo significativo. Rispetto a marzo, infatti, si registra un +0.7% per EMG, un +0.3 per Euromedia (invariata per Piepoli), e un risultato invariato per Piepoli. Un guadagno, però, che nell’arco degli ultimi 15 giorni appare più significativo ancora, a causa di un leggero calo registrato nelle prime settimane del mese.

Fiducia nei leader, aprile 2015Salvini esulta, ma con lui anche il trio Meloni, La Russa, Crosetto: Fratelli d’Italia continua la sua lenta ma costante ascesa, oramai solida sopra al 4%. Tra le opposizioni, il vero vincitore del mese è il Movimento 5 stelle. Dopo un periodo di stabilità, in cui è oscillato tra il 18.5 e il 20 per cento, il partito di Grillo e Casaleggio si avvicina oggi al 21 per cento, forte di un +0.8 attribuito da EMG e un +1.3 da Euromedia. Un exploit confermato anche dalla fiducia espressa verso i leader,  con un Grillo che ritorna, seppur lentamente, a guadagnare terreno.

The following two tabs change content below.
Nasce a Torino il 13/09/1988, appassionato di politica, dopo essersi diplomato al Liceo Classico Beccaria di Milano, si iscrive al corso di Studi Internazionali all’Università degli Studi di Torino, dove si laurea nel 2011. Completa il suo percorso di studi laureandosi con lode al corso specialistico in Relazioni Internazionali dell'università LUISS Guido Carli.
blog comments powered by Disqus