Quale futuro per la Pubblica Amministrazione in Italia: al via Forumpa 2017

23/05/2017 di Lucio Todisco

Al via il 23 maggio a Roma il consueto appuntamento con FORUMPA. Il titolo di quest’anno è “Una nuova PA per lo sviluppo sostenibile”; una tre giorni con diversi appuntamenti che ruoterà intorno all'innovazione, alle riforme e alla sostenibilità della Pubblica Amministrazione.

Al via il 23 maggio a Roma, presso il Roma Convention Center “La Nuvola”, il consueto appuntamento con FORUMPA. Il titolo di quest’anno è “Una nuova PA per lo sviluppo sostenibile”; una tre giorni con diversi appuntamenti che ruoterà intorno all’innovazione, alle riforme e alla sostenibilità della Pubblica Amministrazione.

Il filo conduttore è quello proposto dalla Agenda Globale per lo sviluppo sostenibile e dai suoi obiettivi, che sono stati di recente approvati dalla Assemblea Generale delle Nazioni Unite, con l’intento di raggiungerli entro il 2030. In questo contesto i temi dell’innovazione della PA diventano strumenti fondamentali per puntare l’obiettivo.

La cerimonia di apertura del forum, che si protrarrà fino al 25 maggio, vedrà la presenza del Sindaco di Roma Capitale, Virginia Raggi e di Enrico Pazzali, Amministratore Delegato di Eur spa. La manifestazione si aprirà con l’intervista di Claudio Cerasa, direttore de “Il Foglio”, alla Ministra per la semplificazione e la pubblica amministrazione Marianna Madia per discutere a 360° sul tema della riforma della PA.

Sempre con la Ministra Madia, all’interno del Panel “Cambiare si può!”, si discuterà di sostenibilità della PA e, a seguire, ci sarà l’intervento del Presidente dell’Istat Giorgio Alleva; in conclusione l’intervento del Direttore generale dell’AgID Antonio Samaritani, che discuterà sullo sviluppo sostenibile, i suoi indicatori e il ruolo dell’innovazione tecnologica.

Tanti saranno i temi che verranno affrontati nel corso dei vari incontri e seminari. La giornata inaugurale si focalizzerà anche sul ciclo delle performance introdotta dalla L.150/09, la riforma Brunetta, per poi arrivare ai nuovi principi di valutazione presenti nell’ultima riforma, e sulle implementazioni delle misure di semplificazione previste dalla legge Madia. La discussione avverrà con Raffaele Cantone, presidente dell’ANAC e con Silvana Paparo del Dip. Funzione pubblica.

La PA digitale – Tra i temi di grande attualità c’è certamente quello riguardante la digitalizzazione della PA: identità, accesso in mobilità, App e design innovativo dei servizi sono utili al fine di garantire i diritti di cittadinanza digitale? I vari incontri in programma al forum cercheranno di approfondire questi aspetti e, proprio sul tema della digitalizzazione amministrativa, ci sarà la presentazione al pubblico della community Developers Italia, creata da AgID.

Sviluppo sostenibile, competitività e territorio – Oltre al tema della innovazione, si discuterà del gender gap quale discriminante ai fini della crescita della digital economy. Competitività e sostenibilità della PA saranno al centro della riflessione con l’ex ministro Fabrizio Barca, che discuterà su come supportare le amministrazioni pubbliche in progetti di social innovation al fine di realizzare inclusione sociale e coesione territoriale.

Sul tema delle disuguaglianze, la PA può svolgere un ruolo fondamentale per uno sviluppo equo che migliori la qualità della vita dei cittadini. Il forum tenta di richiamare la Pubblica Amministrazione alla necessità di coniugare più dimensioni dello sviluppo: quelle ambientale, economica, sociale, tecnologica e culturale. Il MIUR ha individuato una strategia per fare sì che tutti i livelli del sapere, dalle istituzioni alle università, ai centri di ricerca, svolgano un ruolo da protagonista nella di questo nuovo approccio.

Città, territorio e PA saranno al centro anche dell’intervento di Christian Iaione, docente alla LUISS che affronterà una interessante discussione sul tema delle scelte pubbliche e delle differenti attività di programmazione a livello di governo territoriale in Italia. Ci sarà un tavolo di confronto con l’ANCI, che vedrà amministratori e city makers immaginare differenti modalità per realizzare nei propri territori buone politiche territoriali, passando dalle esperienze e pratiche innovative.

Lavoro e welfare – Infine, spazio a come coniugare lavoro e sviluppo in un’epoca di grandi cambiamenti tecnologici che stanno mutando le condizioni di lavoro. Si affronterà il delicato tema del se la robotica, l’A.I. e la cosiddetta “Industria 4.0” porteranno a sempre minori opportunità di occupazione o se invece ci troveremo ad affrontare un’epoca dove l’occupazione, anche nella PA, sarà completamente diversa.

The following two tabs change content below.

Lucio Todisco

Classe 1987, Laureato in Scienze Politiche si è specializzato in gestione e formazione delle Risorse Umane e, ad oggi, è praticante Consulente del Lavoro. Una vita tra libri, film, politica, musica e del buon cibo. Il suo libro preferito è Oceano Mare, Mediterraneo il film che rivedrebbe ogni giorno, Oasis, U2 e Coldplay, la musica che ascolta nell’Mp3. Appassionato di innovazione, fa parte del comitato organizzatore dell’Innovation Day, manifestazione che coinvolge professionisti, organizzazioni, aziende e pubblica amministrazione sui temi dell’innovazione, crescita, sviluppo; collabora con la Fondazione Turismo Accessibile sui temi dell’innovazione e accessibilità turistica nel nostro paese.
blog comments powered by Disqus