L’andamento del mercato M&A nel 2014

26/03/2015 di Federico Nascimben

Secondo un rapporto di Kpmg, nel 2014 in Italia sono state concluse 522 operazioni di fusione e acquisizione per un controvalore di circa 39 miliardi di euro. Il 41% di queste si riferisce ad acquisizioni estero su Italia

Torniamo ad occuparci di mergers and acquisitions (M&A, cioè fusioni e acquisizioni) dopo il caso Pirelli. Kpmg Corporate Finance ha recentemente pubblicato un rapporto sul’andamento di questo mercato in Italia nel 2014, dal quale si evince che l’anno appena trascorso è stato il migliore degli ultimi 5.

Nello specifico, il 2014 si è chiuso con operazioni di M&A per un controvalore totale di circa 39 miliardi di euro (circa 31 nel 2013, con un aumento del 26%), che hanno toccato in volumi le 522 unità (381 lo scorso anno).

La direzione delle operazioni: Italia su Italia, estero su Italia e Italia su estero. Fonte: KPMG Corporate Finance.
Figura 1. Direzione delle operazioni: Italia su Italia, estero su Italia e Italia su estero.
Fonte: Kpmg Corporate Finance.

Come si può notare dalla Figura 1, in termini di controvalore, il 41% (pari a 16 miliardi di euro) delle operazioni ha riguardato M&A di imprese estere su imprese italiane (in linea con il 43% del 2013): tra le prime 10 operazioni, infatti, 7 sono hanno preso questa direzione. In termini di volumi, invece, sono state 190, pari al 36% del totale. Tra le principali si ricordano le acquisizioni di Rottapharm da parte della svedese Meda AB per 2,3 mld e il passaggio del 100% di Indesit agli americani di Whirlpool per 1,1 mld. Particolare interesse vi è stato da parte dei cinesi che hanno investito quasi 4,8 miliardi di euro in aziende italiane: si segnala il passaggio del 35% di CDP Reti a State Grid Corporation of China per 2,1 mld e l’ingresso di People’s Bank of China in Eni per 1,3 mld e in Enel per 784 mln.

Le operazioni Italia su estero sono state 83 (pari al 16%, erano 70 nel 2013) per un controvalore di 12,6 miliardi (pari al 32% del totale): tra queste si ricorda l’acquisizione del 13% di Ciments Français da parte di Italcementi per 475 mln e il delisting di Generali Deutschland da parte della capogruppo (228 mln per il 4%). Infine, fusioni e acquisizioni svoltesi internamente al nostro Paese sono state 249 (pari al 48% del complesso) per un controvalore di 10,3 miliardi (27% del totale, in calo del 24% rispetto al 2013).

Prime 20 operazioni di M&A nel 2014 per controvalore. Fonte: Kpmg Corporate Finance.
Figura 2. Prime 20 operazioni di M&A nel 2014 per controvalore.
Fonte: Kpmg Corporate Finance.

Dalla Figura 2 emerge l’importanza che hanno rivestito fusioni e acquisizioni in campo assicurativo con una serie di operazioni di aggregazione di primaria importanza: si ricorda il perfezionamento della fusione tra Fondiaria Sai e Unipol Assicurazioni, Premafin Finanziaria e Compagnia di Assicurazione di Milano per 2,7 mld e l’acquisizione di UnipolSai Assicurazioni da parte di Allianz per 440 mln. Nel 2014 inoltre abbiamo assistito ad un ritorno delle Ipo, con 18 quotazioni che hanno raccolto in totale più di 1,4 mld, fra cui quelle di Anima Holding (55% per 693 mln), FinecoBank (30% per 673 mln), Fincantieri (38,2% per 549 mln) e RaiWay (30,5% per 245 mln).

Secondo il rapporto di Kpmg, il 2015 dovrebbe confermare il trend positivo della seconda parte del 2014, con alcune operazioni particolarmente importanti come il closing dell’acquisizione di International Gaming Technology da parte di Gtech per 3,5 mld di euro, il completamento dell’acquissto di Pioner Investment Management Sgr da parte di Banco Santander per 3 mld e il closing dell’acquisizione di Banca della Svizzera Italiana da parte di Btg Pactual per 1,8 mld. Un ulteriore contributo positivo dovrebbe anche arrivare dalle previste privatizzazioni del 40% di Poste e Fs, e di Sace, Enav e Enel. Nel settore bancario, invece, dovrebbero continuare i processi di aggregazione e concentrazione tra gli operatori di medie e piccole dimensioni.

Infine, in pedice si ricorda l’andamento del mercato italiano M&A negli ultimi anni.

Volumi e controvalori delle operazioni di M&A in Italia dal 1999 al 2014. Fonte: Kpmg Corporate Finance.
Volumi e controvalori delle operazioni di M&A in Italia dal 1999 al 2014.
Fonte: Kpmg Corporate Finance.
The following two tabs change content below.
Nasce a Pordenone nel 1989 il giorno della Santa Pasqua. Dopo aver terminato gli studi ragionieristici si iscrive alla facoltà di Scienze Politiche a Trieste. Conclude il suo percorso laureandosi con il massimo dei voti in Scienze di Governo e della Comunicazione Pubblica alla LUISS "Guido Carli" con una tesi in diritto del lavoro dell'Unione Europea. In accordo col Maestro, pensa che sia "difficile restare calmi e indifferenti mentre tutti intorno fanno rumore". Mail: federico.nascimben@europinione.it
blog comments powered by Disqus