La Napoli del Maggio dei Monumenti. Tra l’identità riscoperta e uno sguardo al futuro

17/05/2016 di Lucio Todisco

Il Maggio dei Monumenti è un appuntamento fondamentale nella storia recente di Napoli. I temi di quest'anno sono il trecentenario della nascita di re Carlo di Borbone e il Settecento musicale artistico e culturale

Maggio dei monumenti 2016

L’evento che da anni dà il via alla stagione estiva nella città di Napoli è il Maggio dei Monumenti, appuntamento dedicato alle arti e alla cultura, dedicato al trecentenario della nascita di re Carlo di Borbone e al Settecento musicale artistico e culturale, che s’incentrerà su Giovanni Paisiello, a duecento anni dalla morte. Un programma ricco e variegato di eventi costruiti con gli enti di alta cultura cittadina, in stretta collaborazione con il Comune: l’Accademia di Belle Arti ha curato la campagna visiva, le collaborazioni sono state con il Teatro di San Carloil Polo Museale della Campaniail Museo di Capodimonteil Conservatorio di Napoli San Pietro a Majellala Biblioteca Nazionale e con alcune altre importanti realtà culturali cittadine come il Centro Studi Interdisciplinari Gaiola Onlus, la Fondazione Centro di Musica Antica Pietà dei Turchini, l’Associazione Progetto Museo, l’Associazione Domenico Scarlatti, l’Associazione musicale Golfo Mistico.

Visite guidate e accoglienza qualificata –  Anche per questa edizione, cardine del programma si confermano le centinaia di visite guidate tematiche a cura delle associazioni, delle cooperative e delle guide turistiche che vedremo passeggiare in lungo e in largo per la città omaggiando i luoghi di Carlo quelli della musica del ‘700 nonché le bellezze infinite che Napoli offre tradizionalmente. Saranno in questo mese ampliati i servizi di accoglienza qualificata ai turisti con il progetto Welcome to Naples e la collaborazione con l’Associazione di categoria delle guide turistiche abilitate che saranno presenti sul territorio facilmente riconoscibili e poste in luoghi strategici come piazza del Gesù, Maschio Angioino slargo antistante il Porto di Napoli e presso il Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Uno sguardo al futuro: le terrazze del PAN – Nell’ambito degli eventi iniziati il 1° maggio a Palazzo San Giacomo che ha ospitato il Coro delle Voci Bianche del Teatro San Carlo, giovedì 12 maggio sono state riaperte al pubblico le terrazze del Pan, per il progetto “Opportunities Through Change”, a cura di Stefano Meer e dell’architetto Luigi Sciorio, con il taglio del nastro da parte dell’Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, Nino Daniele. L’iniziativa, proposta da Fondazione Arti Napoli e Fondazione Turismo Accessibile (con il sostegno di Rotaract Napoli Castel dell’Ovo, Rotary Napoli Castel dell’Ovo, Distretto Rotaract 2100, Zona Golfo di Napoli ed il contributo dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Napoli – Comitato Pari Opportunità, Gruppo Giovani Imprenditori di Napoli, Giovani Elementi e Napoli Incontra) è stata volta alla valorizzazione del patrimonio artistico napoletano ed ha visto la contestuale presentazione di #ContaminArti a cura di Raffaele Loffredo, con nuovi  linguaggi creativi eterogenei come la living exhibition, in cui modelle all’interno di grandi cornici create ad hoc e stlizzate hanno indossato monili dell’artista Fabiana Napoletano e gli abiti della stilista Eliana Riccio; la videoproiezione laser di Tommaso Pedone; la performance dell’attore Luca De Lorenzo; un desk di interazione performativa per i fruitori ispirato alla nota artista contemporanea Marina Abramovic; le collezioni di moda Primavera Estate 2016 firmate Tramontano per gli accessori e Sael per gli abiti e la mostra “Percorsi” di Annamaria Volpe a cura di Mimma Sardella. Il tutto accompagnato dai prodotti tipici della tradizione partenopea offerti da Italiam, start up dedicata allo street food e da prodotti vinicoli Made in Campania di Luigi Sarracino.

Anche il Rotaract Club Napoli Castel dell’Ovo ha voluto omaggiare il Maggio dei Monumenti, evento che porterà all’estate, con la realizzazione di un video spot, realizzato dal videomaker Tony Baldini, che sta girando online per il progetto voluto quest’anno dal Presidente del Rotary Club Napoli Castel dell’Ovo Gianni Tomo, realizzato in partnership con l’Università Suor Orsola Benincasa “Castel dell’Ovo, il nostro Rotary, il Borgo di Santa Lucia, i nostri luoghi della Magna Graecia” – Spot 2016, volto alla valorizzazione e alla riscoperta di Castel dell’Ovo e del Borgo di Santa Lucia.

Aiutare i turisti a scoprire Napoli, anche attraverso una maggiore attenzione ai servizi di trasporto. Proprio a fine aprile, pochi giorni prima dell’apertura del Maggio dei Monumenti, è partito il servizio navetta per il Museo di Capodimonte, a disposizione di turisti e cittadini. Lo shuttle, di 35 posti, fornito dalla compagnia “CitySightSeeing Napoli”, con corse ogni 50 minuti, tutti i giorni, ad eccezione del mercoledì – giorno di chiusura del museo -, dalle 9.15 alle 19.05, parte da piazza Trieste e Trento, con stop a piazza Municipio, Dante (su richiesta), Museo Archeologico nazionale per raggiungere il Real Bosco di Capodimonte.

Napoli si attrezza per i suoi turisti, con uno sguardo al suo passato, senza far venir meno il suo desiderio d’innovare e con la possibilità di crescere e migliorarsi ancora.

The following two tabs change content below.

Lucio Todisco

Classe 1987, Laureato in Scienze Politiche si è specializzato in gestione e formazione delle Risorse Umane e, ad oggi, è praticante Consulente del Lavoro. Una vita tra libri, film, politica, musica e del buon cibo. Il suo libro preferito è Oceano Mare, Mediterraneo il film che rivedrebbe ogni giorno, Oasis, U2 e Coldplay, la musica che ascolta nell’Mp3. Appassionato di innovazione, fa parte del comitato organizzatore dell’Innovation Day, manifestazione che coinvolge professionisti, organizzazioni, aziende e pubblica amministrazione sui temi dell’innovazione, crescita, sviluppo; collabora con la Fondazione Turismo Accessibile sui temi dell’innovazione e accessibilità turistica nel nostro paese.
blog comments powered by Disqus