Europinione, il quarto numero della nostra rivista

21/10/2014 di Redazione

In questo numero parleremo dei mercati finanziari e del loro andamento sconnesso dall'economia reale e ci chiederemo se è possibile, ad un mese dalla tregua in Ucraina, parlare di una nuova Guerra Fredda. Quindi ricorderemo due figure fondamentali del Cogresso di Vienna, per passare infine ad un'analisi economica della F1 e dell'arte di Frida Kahlo

Europinione.it, N.4 - Rivista online gratuita

Dopo la pausa estiva, in cui abbiamo pubblicato il nostro speciale dedicato alla storia, ritorna la rivista online gratuita di Europinione.it!

Per accedere al magazine, completamente consultabile online o scaricabile in PDF, basta cliccare sulla copertina sottostante.

In questo numero:

LA FINANZA AI TEMPI DEL QUANTITATIVE EASING (di Alessandro Mauri)
I mercati finanziari mondiali non sembrano rispecchiare gli andamenti reali dell’economia, anche grazie alle politiche messe in atto dalla FED americana: ma nel futuro esiste il rischi di una nuova bolla?

CRISI UCRAINA TRA DIRITTI E POLITICA: LA NASCITA DI UN NUOVO ORDINE (di Vincenzo Romano)
La tensione in Ucraina sembra essere scesa, è possibile analizzare con più calma le conseguenze di qunto accaduto e le sue ripercussioni sul sistema internazionale. Si può palare veramente di un ritorno alla Guerra Fredda. Inoltre, un focus sul rispetto dei diritti umani

200 ANNI DAL CONGRESSO DI VIENNA (di Lorenzo Cerimele e Silvia Mangano)
A 200 anni dall’inizio del Congresso di Vienna, ripercorriamo le azioni e le idee di uno dei massimi protagonisti del riassetto europeo post-napoleonico. Inoltre, analizzeremo anche la figura di Ercole Consalvi, unico italiano ammesso al “concerto” europeo

CRISI NUMERI DELLA F1: QUANTO VALE UN PILOTA?(di Luciano Di Blasio)
La passione per il circus automobilistico sembra scemare anno dopo anno: quantificare gli interessi dietro al regno, decadente, di Ecllestone, può aiutare a comprendere i motivi? Dai piloti agli sponsor, la Formula 1 in numeri

FRIDA KAHLO: UN NASTRO INTORNO A UNA BOMBA (di Simone Di Dato)
Non c’è fictio nella sua arte, fronzoli o sovrastruttore. Solo amore, patria, sofferenza e passione, così come vengono sentiti. Ma soprattutto perdita. Perdita di spensieratezza, della possibilità di essere madre, di vivere un amore totalizzante con Diego Rivera. 

blog comments powered by Disqus