Epifani post Leopolda: Renzi? Un uomo forte, ma nel PD non è l’unico

26/10/2013 di Redazione

Seguite la nostra diretta su Twitter!

Epifani, Partito Democratico, Leopolda, Renzi

Ai microfoni dei giornalisti dei principali media, tra cui quello di Europinione e della nostra Iris De Stefano, il Segretario del Partito Democratico ha risposto, dopo il suo intervento sul palco della Leopolda, ad alcune domande. Come era prevedibile, Epifani mantiene una linea molto neutra nei confronti di Matteo Renzi. Dopo il suo intervento, erano circolate le voci di un breve incontro con il Sindaco di Firenze, smentite con un laconico “Abbiamo preso un caffè”. A chi chiede se la sua presenza possa significare un’investitura ufficiale, risponde trattarsi di un fatto obbligatorio per il Segretario del Partito Democratico.  Ci tiene quindi a specificare come, nelle prossime settimane, farà lo stesso qualora riceverà degli inviti dagli altri candidati. “Tutti i candidati sono al nastro di partenza con le stesse chance. Anche il mio intervento è stato un intervento di merito, ragionato sul perché il paese sta nella crisi profonda che sta attraversando, ripetendo alcune cose che mi stanno care, come il perché l’Italia non sia stata in grado di sfruttare la moneta forte” 

Partito Democratico, Leopolda, Renzi e EpifaniRenzi l’uomo giusto per trainare il partito e l’Italia fuori dalla crisi? “Ha un consenso, un seguito, è una persona forte. E’ una delle personalità con il potenziale per far uscire il Partito Democratico da questa situazione, ma ne abbiamo altri, non è l’unico. E’ questa la nostra forza.” Possibilista, invece, sul tema del doppio incarico Segretario-Premier. Epifani era stato, negli scorsi mesi, un sostenitore della divisione delle cariche, questa volta, invece, dichiara: “In teoria si può fare tutto, poi bisogna vedere nella pratica come si possano conciliare le due cose”.

Interessante la domanda su Davide Serra, protagonista di un intervento molto duro, anche e soprattutto verso i sindacati italiani, di cui, ricordiamo, Epifani è stato uno dei massimi rappresentanti. “L’ho ascoltato con attenzione, lui è un uomo di finanza. Io preferisco di più ascoltare chi produce reddito e lavoro, vera occupazione, c’è una parte del suo discorso che posso condividere, e una che non condivido”. E le larghe intese? “Da qui ad un mese capiremo esattamente che cosa il governo potrà fare, certo, attualmente sono preoccupato da quello che sto vedendo. Non si possono avere, una settimana sì e una no, fibrillazioni di governo. Noi, per ciò che mi riguarda, dobbiamo dare all’esecutivo la possibilità e la forza di continuare il suo lavoro. Irresponsabile ogni altra scelta”.  

blog comments powered by Disqus