Cos’è la Progettazione Europea? Lo spiega TIA Formazione

05/09/2014 di Redazione

Come si presenta un progetto europeo? Come si ottengono i fondi? Lo scopriamo il 20 e 27 settembre, nei due seminari organnizati da TIA

Alzi la mano chi non ha mai sentito parlare dei famigerati fondi europei. Erogati dall’Unione per favorire progetti di sviluppo sociale e imprenditoriale, salgono spesso all’onore delle cronache. Raramente, purtroppo, si parla di quanto riescono a far fare per il nostro paese: è molto più facile che si parli dell’ingente quantità di denaro che torna a Bruxelles, non assegnata a causa di scarsa pubblicità e delle inefficienze della amministrazioni e di chi dovrebbe partecipare ai bandi.

D’altronde le cifre parlano chiaro: ad aprile era stato lanciato un allarme di fronte all’ennesimo richiamo della Commissione Europea al il nostro paese. Negli ultimi 7 anni, delle ingenti risorse previste per lo sviluppo del nostro paese, era stato speso solo il 51,9%, pari a 17,3 miliardi, a fronte di una media europea (che pure vanta notevoli oscillazioni) del 66,29%. Il resto – più di 16 miliardi – va speso entro dicembre 2015, pena la perdita dei fondi. Insomma, si possono comprendere le difficoltà imposte dalla crisi, che rendono difficili gli investimenti in assenza di risorse, ma cosa succede quando i fondi ci sono? Perché L’Italia non si riesce ad adattarsi alle richieste dell’Unione, complesse ma necessarie – per la trasparenza, per il rispetto del vincolo del fine, per evitare una dispersione delle risorse, etc. – per un corretto utilizzo dei fondi? Senza contare come la stessa platea dei referenti andrebbe allargata, visto che ad ottenere i fondi spesso e volentieri sono sempre gli stessi stakeholder.

Un ingresso della Commissione Europea
Un ingresso della Commissione Europea

E’ anche per rispondere a queste esigenze che nasce TIA Formazione: l’associazione, più recente partner di Europinione, ha come sua mission quella di diffondere tra tutti la conoscenza dell’Unione Europea e delle sue tematiche. E’ per questo che tra le sue principali attività vi sono cicli di seminari di formazione dedicati alla progettazione europea, ed è su questa base che nasce la campagna #europaugualeitalia, che si propone di portare avanti un ciclo di iniziative sui temi europei.  Non fa eccezione appunto l’Europrogettazione, riguardo la quale sono previsti periodici cicli di seminari che si svolgono in collaborazione con il Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

La prossima tornata si svolgerà in due sabati, il 20 e il 27 settembre 2014. L’obiettivo dichiarato è quello di dare a chi fosse interessato la possibilità di “acquisire gli strumenti base per la presentazione di un progetto europeo, e per imparare a costituire network che consentano a cittadini e associazioni di rispondere ai filoni di finanziamento proposti dall’Unione Europea, in particolare i fondi diretti, in questa nuova fase di programmazione 2014-2020”.

L’incontro del 20 settembre, che si terrà dalle 9.30 alle 17.30, sarà incentrato sul Programma Europa Creativa. I due moduli prevedranno la presentazione del programma ed un laboratorio di progettazione europea basato sul bando analizzato. In particolare, verrà approfondito il bando European Cooperation (che scadrà il primo ottobre), i cui obiettivi sono il rafforzamento della capacità del settore culturale e creativo di operare a livello transnazionale; la promozione della circolazione transnazionale delle opere culturali e creative, coì come la mobilità transnazionale degli operatori culturali e creativi, con particolare riguardo per gli artisti. Presenzierà anche il contatto nazionale per il programma del MIBACT (il Ministero dei Beni Artistici e Culturali e del Turismo).

Il 27 settembre invece (dalle 9.30 alle 17), verrà approfondito il Programma Europa per i cittadini 2014-2020. Ancora una volta la formula del seminario prevedrà una presentazione mattutina ed un laboratorio di progettazione nel pomeriggio. Verranno affrontati temi quali il modo di presentare una proposta progettuale; l’idea progetto; l’articolazione delle azioni; la costruzione del partenariato; la definizione del budget; la presentazione di un progetto finanziato e il project work.

Sarà possibile iscriversi fino al 18 settembre per il seminario del 20, e fino al 21 settembre per i corsi del 27. Il contributo di partecipazione, necessario per le spese di organizzazione, è di 100 euro per giornata, ridotti a 90 per i giovani tra i 18 e i 25 euro, per gli iscritti all’associazione e per gli associati del Forum del Terzo Settore, EYCA, CIME, CONFAR e reti PAIR, UNPLI.

Il bando ed ulteriori informazioni sono reperibili ai seguenti link:

http://tiaformazione.org/2014/08/europa-creativa-progettazione-europea-seminario-di-formazione-20-settembre/

http://tiaformazione.org/2014/08/progettazione-europea-europa-per-i-cittadini-2014-2020-seminario-di-formazione-27-settembre-2014/

blog comments powered by Disqus