Carnevale 2016: le 3 feste più spettacolari al mondo

25/01/2016 di Mariagiovanna Giuliano

Colori brillanti, parate sfarzose e maschere di ogni tipo. Il clima goliardico del Carnevale animerà le strade di molte città, ma in alcune è una vera è propria istituzione. Ecco quali sono i più spettacolari.

Carnevale

Una sorta di malinconia accompagna tutto il mese di Gennaio; il Natale è finito, le prossime ferie sono ancora lontane e il clima rigido dell’inverno non è d’aiuto. Ma non è il caso di disperare! In alcuni Paesi del mondo a Febbraio si festeggia il Carnevale e noi, per fortuna, siamo tra quelli.

Le origini del Carnevale sono molto antiche e hanno le proprie radici nelle Antesterie, feste celebrate in onore di Dioniso, e nei Saturnali romani. Era proprio in queste ricorrenze che gli antichi greci e romani si liberavano, temporaneamente, dei loro obblighi sociali, per lasciare il posto al rovesciamento del sistema, allo scherzo e alla dissolutezza. Un simbolico rinnovamento, dunque, durante il quale il caos sostituiva l’ordine costituito. Le tradizioni legate alle vecchie cerimonie carnevalesche, delle quali si potrebbe parlare ancora a lungo, hanno lasciato un retaggio che perdura ancora oggi e si rinnova ogni anno, solitamente a Febbraio.

Con i suoi colori brillanti, le parate sfarzose, il clima goliardico e le maschere di ogni tipo, l’eccentrica “festa dei folli” animerà anche quest’anno le strade e le piazze di molte città. In alcune di queste il Carnevale è diventato una vera e propria istituzione che prende la forma delle tradizioni e delle usanze tipiche del luogo. Vediamo quali sono i più spettacolari:

Rio de Janeiro, Brasile (dal 5 al 9 Febbraio) – Si potrebbe affermare con certezza che il famoso Carnevale di Rio sia una delle feste più spettacolari e scenografiche del globo. Ogni anno, per cinque giorni, la città brasiliana è presa da una sorta di gioia incontenibile, palpabile, e il popolo carioca prende parte ad un gigantesco spettacolo di danza e magia. Le sfilate principali si svolgono nel Sabodromo, un grande viale ai cui lati vengono installate delle gradinate per ospitare i numerosi visitatori. La festa, però, non è circoscritta al Sabodromo e vede protagonisti tutti i quartieri della città, ciascuno dei quali partecipa con le proprie usanze tipiche. Un’immensa pista di samba dove lasciarsi andare alle danze almeno una volta nella vita.

Venezia, Italia (dal 23 Gennaio al 9 Febbraio) – Sembra quasi di tornare indietro nel tempo e di camminare per le strade della Serenissima nei giorni in cui Venezia celebra una delle sue feste più famose. Nel XVIII secolo i veneziani indossavano maschere e costumi attraverso i quali era possibile celare totalmente la propria identità, annullando in questo modo ogni appartenenza a classi sociali, sesso, religione. Ognuno poteva stabilire quali atteggiamenti assumere e per questo motivo si usava salutarsi con la celebre frase “Buongiorno, signora maschera!”. Il tema del 2016 sarà “Le arti e le tradizioni”.

Tenerife, Spagna (dal 3 al 14 Febbraio) – Per chi rifugge al freddo invernale, la capitale delle Isole Canarie è lo scenario di un Carnevale unico nel suo genere, che si protrae per oltre due settimane durante i quali libertà, allegria e immaginazione invadono le strade della città. Dopo quindici, estenuanti giorni di festeggiamenti il culmine della festa arriva il martedì di Carnevale con la “Sfilata del Coso”, una grande parata di carri. Il giorno successivo si concludono le feste con la “Sepoltura della Sardinia”: lo spirito del Carnevale, rappresentano da una sardina, viene trasportato per le strade della città su una carrozza per poi essere bruciato davanti a una “desolata e piangente corte di vedove e vedovi” che l’accompagnano.

The following two tabs change content below.

Mariagiovanna Giuliano

Salernitana, classe 1994. Diplomata al Liceo Classico, attualmente studia Scienze Politiche a Roma. Le sue passioni sono la lettura, l’arte, lo yoga e la meditazione. Sogna di girare il mondo e di scrivere delle sue avventure. Cura un travel blog per giovani, www.ilpiccoloviaggiatore.com
blog comments powered by Disqus